Arredare la casa: cosa è cambiato?

Negli ultimi decenni la progettazione degli edifici ad uso abitativo ha conosciuto innumerevoli innovazioni: la nascita di nuove modalità nella definizione e nell’uso degli spazi; si è imposta una più diffusa accettazione della modernità negli arredi e nella decorazione; si è notevolmente ampliata la gamma di materiali, finiture ed accessori disponibili che rappresentano attualmente una vastissima possibilità di alternative, assolutamente impensabili fino ad una ventina di anni fa. Inoltre, dopo quasi quarant’anni assistiamo ad un revival degli sili degli anni 70 interpretati in chiave retrò e vintage.

Un atro aspetto importante è quello della tecnologia. I progressi tecnologici hanno ridefinito il significato di casa. Un tempo la tecnologia era considerata un intruso nello scenario domestico, il telefono era appollaiato su un piedistallo all’ingresso e le televisioni erano nascoste in una nicchia. Oggi la casa è completamente cablata, con computer in rete e servizi interattivi e la tendenza è quella di trasformarla in un luogo intelligente.

 CX3DI3mwA0hpt90g

[Letto Groove, Caccaro - La tradizionale testiera scompare: il letto è incorniciato dalla parete stessa, alla quale è fissata la barra pensile multifunzionale. Illuminazione e Sistema Audio integrati controllabili comodamente da smartphone o tablet mediante dispositivo Bluetooth. Photo credit: Caccaro Letto Groove by Caccaro, disponibile presso Binacci Arredamenti.]

Questo sviluppo ha determinato un forte cambiamento nelle aspettative. Le abitudini non devono più essere semplicemente dei rifugi, ma devono soddisfare in modo intelligente e flessibile molteplici esigenze. Queste esigenze, stanno determinando un’evoluzione nell’impostazione della casa rispetto al passato in cui ogni stanza aveva una destinazione specifica.

La distinzione sempre più sottile tra spazio pubblico e privato all’interno di un’abitazione ha generato un alto fenomeno: la tendenza ad aumentare l’aspetto professionale della casa, gli spazi tendono ad essere più aperti, versatili e possono essere utilizzati nei vari modi a seconda delle esigenze del momento.

Oltre a costruire un punto fermo, lo spazio domestico costituisce anche il luogo ideale in cui poter esprimere la propria personalità, affrontare qualsiasi cambiamento e pertanto può rappresentare uno dei pochi ambiti in cui sia possibile realizzare i propri desideri. Le cose che creiamo possono guardare al passato o al futuro me è certo che nel dar forma alla casa, nella scelta dei suoi arredi, ognuno esprime chi è veramente. Ed ecco quindi che il progetto, l’arredamento e la decorazione degli interni assumono un ruolo importante. Nel momento in cui però si passa dall’ipotetico al reale, ci si rende conto che per realizzare i propri desideri e idee, la mediazione di un professionista a cui affidare la progettazione degli spazi e degli arredi della propria casa è fondamentale.

 wsYB0UAwRo1a m5g

HfcxGY2Q

ytAWV8qwN31 jiEw

[Progetto di personalizzazione di interni a cura degli arredatori Binacci. Il progetto è dedicato allo Sky Tower nella zona tiburtina. L’edificio offre sette appartamenti adibiti a case vacanze.]

Flessibilità è la parola d’ordine in fatto di spazi domestici. Dallo studente che va a vivere da solo, alla famiglia numerosa, fino ai nonni in pensione, ogni fase della vita è scandita da diverse priorità, gusti ed interessi e quini diverse esigenze in termini di spazio e di arredamento.

(Articolo a cura di Arch. Roberto Giorgi, Binacci Arredamenti)

Questo sito usa i cookies. Proseguendo nella navigazione del nostro sito web, l'utente acconsente all'attivazione di cookies sul proprio computer.